Aggiungi Divertimento all’Insegnamento! – Add Fun to Your Ballet Class!

 

14f110a88f8cfdac675e2b6f71549ee9 (1)

 

La sbarra è il momento in cui gli studenti di danza sviluppano la forza, il posizionamento preciso e le competenze tecniche di base. Ma può risultare noiosa per i giovani danzatori, inducendoli ad abbandonare la formazione e perdere interesse nella danza. Tuttavia, a volte bastanosolo un paio di idee per riattivare la loro attenzione. Qui ne ho raccolto ben 17 che puoi sfruttare da subito per non annoiarti tu, e non perdere loro.

 

 

1. Fai tenere un quaderno

Importantissimo strumento di lavoro, un luogo dove tenere nota di sequenze e correzioni personali, dove scrivere regole e dove annotarsi eventuali domande. Ogni allievo dovrebbe averne uno e usarlo costantemente, prima e dopo la lezione per fissare i concetti (non durante!) e a casa per ripassare quanto appreso. Chi ha segnato le sequenze non ha scuse… dovrà ricordarsi tutto, e solo allora puoi fare altri esperimenti!

 

 

2. Tienili alti sui loro piedi con piccole sorprese

Abbie Siegel, direttrice della scuola del Pacific Northwest Ballet School, cambia la musicalità o la struttura tecnica di una combinazione per cambiare le cose. “Vi darò qualcosa da fare su un conteggio strano, come un cinque o un tre, invece di un quattro,” dice. “Ogni tanto aggiungo un salto durante un esercizio di frappé, o una piroetta in una sequenza di relevé.”

 

 

3. Sfrutta il vocabolario

Un’ideona è spiegare loro per iscritto i termini della danza con i loro significati, e fare in modo che anche loro li conoscano, riconoscano e ricordino, anzi che li usino magari in sequenza. Fai dei test ogni tanto, chiedi loro qual è il titolo dell’esercizio successivo, perché si chiama così, a cosa serve… devono comprendere la danza!

 

 

4. Collega la musica al repertorio

Stesso dicasi per la cultura musicale! Usa musiche del repertorio, e chiedi loro dove si ricordano di averle sentite! Una volta organizza una lezione video e fai vedere in pratica quello che hai accennato in teoria. La danza prenderà forma e sostanza, e riaccenderà in loro l’interesse! Incoraggiali a farsi dei contest a vicenda per vedere chi ricorda meglio un brano musicale.

 

 

5. Cambia i loro posti

Margaret Tracey, direttrice della Boston Ballet School, a volte fa ruotare gli studenti dopo ogni esercizio. “I bambini sono troppo giovani per rimanere fermi in un posto alla sbarra,” dice. “Hanno bisogno di guardarsi da angoli diversi ogni giorno.” I suoi studenti più giovani, di 12-14 anni, scorrono di un posto dopo ogni esercizio. I suoi studenti più grandi devono rimuovere le loro cose e trasferirsi in un nuovo punto della sbarra già all’inizio della lezione.

 

 

6. Fai memorizzare sequenze a turno

Ognuno dei tuoi allievi, se sta eseguendo una sbarra d’esame a lungo termine o una sbarra settimanale, è tenuto a memorizzare (e a saper rispiegare!) un esercizio a testa della sbarra, con tanto di regole, accorgimenti, correzioni. Il lavoro si farà più attivo e ‘solidale’. Meno fatica per te che insegni, più memoria e responsabilità per loro che imparano ad autogestirsi.

 

 

7. Celebra il loro duro lavoro

Quando qualcosa di buono scatta finalmente in uno studente, lo noti. Forse sta meglio in equilibrio, o ha appena capito come eseguire un Developpé con il corretto posizionamento dell’anca. Riconosci questi Momenti di Gloria e celebra il successo dell’allievo. “Rimani positivo, incoraggia e nota queste cose”, dice la Siegel. “Quando vedono come stanno progredendo, questo li renderà più interessati e desiderosi di rimanere nei risultati positivi, e li motiverà a ricercarne altri.”

 

 

8. Coinvolgili nelle correzioni

Uno dei migliori modi che abbia mai sperimentato per accendere l’interesse degli allievi alla sbarra (ma anche in altri momenti della lezione) è sicuramente quello di dividerli in due gruppi, o meglio in coppie (e cambiarle sempre), in cui uno esegue e l’altro corregge quello che crede sia da sistemare, condividendo la sua opinione e motivandola. Niente di più efficace per far lavorare al 100% chi esegue e per stimolare lo spirito critico (e autocritico) di chi osserva, che sarà motivato a dare il meglio!

 

 

9. Crea un’eredità

Come strategia di ricompensa, Tracey chiama i passi come i suoi studenti. Forse un’allieva ricorda sempre l’épaulement corretto o esegue un passo particolarmente bene. “È uno dei miei modi di collegarmi con i ragazzi”, dice. “Li spinge a pensare che un giorno chiamerò una sequenza con il loro nome.”

 

 

10. Chiama uno spirito competitivo positivo

Utilizzare giochi o contest alla sbarra aiuterà a motivare anche gli studenti più giovani. Sfidali per vedere chi riesce a stendere il piede maggiormente, o chi riesce a saltare più in alto.

 

10568947_610103739104051_4765920393119046494_n

 

 

 

11. Usa modelli di vita reali

Alla Miami City Ballet School, Maribel Modrono utilizza ballerini professionisti o atleti per ispirare i suoi allievi. “Chiedo loro se riescano a saltare alto come LeBron James,” dice. “O dico loro di immaginare di indossare un bel tutù creato apposta per i solisti del Miami City Ballet. Portare modelli reali nel contesto della lezione, li aiuta a connettersi con lo scopo della lezione. “

Margaret Tracey, inoltre, chiede agli studenti della Boston Ballet School di attivare la propria immaginazione per descrivere un movimento.

 

 

12. Fai fare ricerche

Un altro modo per coinvolgerli è far studiare a ciascuno un autore, un interprete, un compositore, un coreografo, la storia di un balletto… a turno spiegheranno quello che hanno imparato agli altri, e dovranno imparare ad esporre la loro ricerca in modo interessante, a fare domande e a rispondere ad esse. Forse non c’entra molto con la sbarra, ma c’entra molto con la loro motivazione! E in più, preparerà un lavoro consapevole nel lungo termine e in previsione di saggi e spettacoli. Devono sapere che cosa stanno danzando!

 

 

13. ‘Diventa la musica!’

La Modrono incoraggia i suoi allievi a usare i loro corpi come strumenti. “Ogni tanto dovranno schioccare le dita sul terzo conteggio”, dice. “O battere le mani quando la gamba si apre di lato. Dopo una lunga giornata di studio seduti, questo li sveglia davvero”.

 

 

14. Modifica il tempo

Anche se non cambi la struttura di una sequenza, puoi cambiare accenti o riaggiustare i conteggi. “Invece di un fondu in un 2/4, lo farò in una mazurka o una polonaise”, spiega Tracey. Se gli studenti sembrano annoiati, si riduce il tempo di preparazione di appena due conteggi. “All’improvviso dovranno iniziare e lasciarsi coinvolgere più velocemente.”

 

 

15. Usa l’immaginazione e la creatività

Le visualizzazioni possono ispirare gli studenti a utilizzare i loro corpi in modo diverso. “Pensa di essere un elastico quando devi allungarti”, aggiunge la Siegel. “O fai un sous-sus come se il tuo corpo fosse sorseggiato attraverso una cannuccia.” Le loro punte stanno colpendo un pavimento bollente quando eseguono i dégagé col piqué, o dovrebbero avere la sensazione che il loro port de bras si muova sott’acqua. “Chiedo loro di trovare i loro propri modi di descrivere le cose, in modo che rimangano impegnati e sempre coinvolti in quello che fanno”, riporta la Tracey. “Allora gli studenti diventano parte attiva del processo di apprendimento“.

 

 

16. Collega la Sbarra al resto della lezione

Aiuta gli studenti a capire che i passi che fanno alla sbarra sono gli stessi di cui hanno bisogno al centro. “Il plié che eseguono all’inizio del classe è lo stesso di cui hanno bisogno per il grande Allegro”, spiega Tracey. “Mostra come la tecnica si basi su un fondamento, e che il fondamento inizia alla sbarra. Gli allievi si entusiasmano nel vedere come tutto si unisce e diventa parte di un’unica danza”.

Quando la Siegel vede che i suoi studenti non sono molto concentrati durante la sbarra, attende che danzino al centro per affrontare il problema. “Faccio notare che il motivo per cui non stano chiudendo la quinta posizione dopo una glissade è perché non hanno insistito abbastanza nei dégagés alla sbarra, senza chiudere in quinta,” dice. “Questo li aiuta a motivarli e a vedere la relazione fra sbarra e centro“.

 

 

17. Collega i passi al repertorio

Se amano la danza ne ameranno il repertorio. Chiedi loro: ‘Dove ricordate nei balletti di aver visto eseguire un’arabesque penchée di frequente?’ oppure ‘Quale personaggio del repertorio, in che balletto, riempie una diagonale con una serie di brisés?’. Questo li farà amare la danza e gliela farà vivere nel cuore!
images (66)

 

 

Vuoi approfondire l’argomento della Didattica Efficace? Clicca QUI!

Vuoi letteralmente trasformare le tue lezioni in qualcosa di unico, appagante e indimenticabile? Clicca QUI!

Hai qualche buona idea da condividere per mantenere alto e vivo l’interesse degli allievi di danza?

 

Scrivimi qui sotto, sono tutt’orecchi!

 

Sentiamo spesso parlare dell’importanza di una buona didattica nel proprio insegnamento di danza (ma in definitiva di qualunque cosa si insegni). Ovvero: ‘come’ alzare lo standard qualitativo del lavoro dei ragazzi, trasmettendo loro la coscienza del movimento oltre alla conoscenza della danza. Ma oggi voglio svelarti alcune strategie che vanno oltre il ‘contenuto’ di quello che insegniamo, e che si possono applicare facilmente anche ad altri settori…

 

40 TIPS_KNOW-HOW_INSEGNANTE MODELLO

 

SCOPRI L’INTERO REPORT QUI

 

Tuttavia, la loro praticità è tutta da scoprire, e renderà le tue classi dinamiche, piacevoli, brillanti e funzionanti nel breve e nel lungo termine! Vuoi sapere di che si tratta? Scopri ‘Il know-how dell’insegnante modello’ in 40 step!

 

40 TIPS_KNOW-HOW_INSEGNANTE MODELLO

DA OGGI è DISPONIBILE IL NUOVO REPORT IN 85 STEP A QUESTO LINK!

 

AFFRETTATI PRIMA CHE SPARISCA!
10952312_10205039309376025_303763662_n (1)

 

 

PS. Un tuo feedback è sempre il benvenuto. Se queste informazioni ti hanno in qualche modo aiutato, sentiti libero/a di lasciare una tua testimonianza. Un saluto!

 

P.P.S. Clicca qui per scaricare un Minicorso dedicato alla Tecnica di Punte, in cui ti spiego come rinforzare i piedi molto prima di indossarle.

 

(Articolo di Alessandra Bedin ispirato a Put the Fun in Fundamentals di Julie Diana, tratto da Dance Teacher Magazine. Ti è piaciuto? Mi piacerebbe offrirti un Report gratuito, che approfondisce ulteriormente questo argomento. Solo un paio di segreti descritti al suo interno possono darti grandi benefici già da questa settimana. Scaricalo ora, mentre è ancora disponibile, da questo link)

 


 

IN ENGLISH

DSC_1025

 

The bar is the time where ballet students develop strength, precise positioning and basic technical skills. But it can be boring for young dancers, causing them to abandon the formation and lose interest in the dance. However, sometimes it takes just a couple of ideas to turn their attention on. Here I have collected as many as 17 ideas for you to take advantage from immediately, not to get bored yourself, and most of all not to miss them.

 

 

1. Have them write notes in a notebook

A very important business tool, a place to keep track of sequences and personal corrections, where to write rules and where to write down any questions. Every student should have one and use it consistently, before and after class to fix concepts (not during it!), and at home to go over what was learned. The ones who will have written down the sequences won’t be excused… They will have to remember everything, and only then you can do other experiments!

 

 

2. Keep them high on their feet with small and nice surprises

Abbie Siegel, director of the Pacific Northwest Ballet School, changes the musical or the technical structure of a sequence to make things exciting. “I’ll give you something to do on a strange count, like a five or a three, instead of four,” she says. “Every now and then I add a jump during a frappé exercise, or a pirouette in a sequence of relevé.”

 

 

3. Exploit the vocabulary

A great idea is to explain the ballet terms by writing them with their meanings, making sure that they also know, recognize and remember them, or that they even use them in sequence. Do some tests occasionally, ask them what is the title the following exercise, why it is called that way, what is it for… they must understand the dance!

 

 

4. Connect the music to the repertoire

Same goes for the musical culture! Use music from the repertoire, and ask them where they remember having heard them! Once set a ‘video’ lesson like a lecture and show in practice what you have mentioned in theory. The dance will take shape and substance, and will rekindle their interest! Encourage them to make their own contests towards each other to see who best remembers a piece of music.

 

 

5. Change their places

Margaret Tracey, Director of the Boston Ballet School, sometimes rotates students after each exercise. “The children are too young to stand still in one place at the bar,” she says. “They need to look from different angles every day.” Her younger students, of 12-14 years, scroll a place after each exercise. Her older students instead, have to remove their dance stuff and move to a new point of the bar at the beginning of each lesson.

 

 

B7gkmd9IYAAFV1O

 

 

6. Have them alternatively learn by heart the sequences

Each of your students, if you are running a bar focusing on an exam in the long term or a weekly bar, anyway is required to memorize (and to know how to re-explain!) at least an exercise for each, with all the rules, tricks and corrections. The work will be more active and united. Less effort for you to teach, more memory and responsibility for them who learn to manage themselves.

 

 

7. Celebrate their hard work

When something good finally snaps in a student, you notice it. Maybe he’s better in balance, or has just figured out how to execute a correct developpé with the correct positioning of the hip. Recognize these Glorious Moments and celebrate the student’s achievement. “Stay positive, encouraging and notice these things,” says Siegel. “When they see how they are progressing, this will make them more interested and eager to remain in the positive results, and will motivate them to search for new ones”.

 

 

8. Involve them in the Corrections

One of the best ways I’ve experienced to turn on the interest of the students at the bar (but also in other moments of the lesson) is surely to divide them into two groups, or even better in pairs (always changing them), in which one performs and the other corrects what he or she believes needs to be fixed, sharing his opinion and stating reasons. Nothing could be more effective to have them work at 100% in team, stimulating the critical (and self-critical) spirit of the observers, who will feel motivated to give their best!

 

 

9. Create a legacy

As a reward strategy, Tracey calls the steps with her students’ names. Perhaps a student always remembers the correct épaulement or executes a step particularly well. “This is one of the ways I have to connect with the kids”, she says. “It causes them to think that one day I will call a sequence with their name”.

 

 

10. Call a competitive and positive spirit

Using games or start contests at the bar will help motivating even the younger students. Challenge them to see who can pointe the foot the most, or who can jump higher.

 

 

11. Use real life models

At the Miami City Ballet School, Maribel Modrono uses professional dancers or athletes to inspire her ballet students. “I ask them if they are able to jump as high as LeBron James”, she says. “Or I tell them to imagine wearing a beautiful tutu created for the soloists of the Miami City Ballet. To bring real models in the context of the lesson, helps them to connect with the purpose of dancing”.

Margaret Tracey also asks the students of the Boston Ballet School to activate their own imagination to describe a movement.
images (17)

 

 

12. Have them making a research

Another way to engage them is to have them study each a different author, performer, composer, choreographer, the story of a ballet… They will alternate to explain what they have learned to the others, and will have to learn to exhibit their research in an interesting way, to ask questions and to respond to them. Perhaps it has not to do much with the bar, but it has a lot to do with their motivation! And in addition, it will prepare a conscious work in the long term and in anticipation of essays and performances. They simply must know what they’re dancing!

 

 

13. Become music

Modrono encourages her ballet students to use their bodies as instruments. “Every now and then they will have to snap their fingers on the third count,” she says. “Or clapping their hands when the leg opens from the side. After a long day of sitting for their studies, this really wakes them up.”

 

 

14. Change the tempo

Even if you do not change the structure of a sequence, you can still change accents or readjust the counts. “Instead of a fondu in a 2/4, I’ll do it in a mazurka or polonaise,” says Tracey. If the students seem bored, you may reduce the preparation time to just two counts. “Suddenly they will be ready to start and get involved more quickly”.

 

 

15. Use your imagination and creativity

Visualizations can inspire students to use their bodies differently. “Think to be a rubber band to stretch out”, adds Siegel. “Or do a sous-sus as if your body were sipped through a straw.” Their pointes are hitting a hot floor when they execute a dégagé with the piqué, or they should have the feeling that their port de bras moves underwater. “I ask them to find their own ways of describing things, so that they remain engaged and always involved in what they do,” reports Tracey. “Then, the students become active part of the learning dance process.

 

 

16. Connect the Bar to the rest of the lesson

Help your students understand that the steps that they perform at the bar are the same that they need at the center. “The plié at the beginning of the class is the same that they need for the big Allegro”, explains Tracey. “Show how the technique is based on a foundation, and that foundation begins at the bar. The students gets excited to see how it all joins and becomes part of a single dance.”

When Siegel sees that her students are not very focused during the bar, she waits for them to dance to the center to address the problem. “I point out that the reason why they are not closing the fifth position after a glissade is because they have not insisted enough in dégagés the bar, without closing in fifth”, she says. “This helps them to be motivated and to see the relationship between the bar and the center”.

 

 

17. Connect the steps to the repertoire

If your students love to dance, they will love the repertoire. Ask them: ‘Where in the ballets do you remember to have seen performing an arabesque penchée frequently?’ or ‘Which character of the repertoire, in which ballet, fills a diagonal with a series of brisés?’. This will make them love ballet and will cause it to become alive in their hearts!
balé

 

Want to know more about the Effective Teaching? Click here!

Want to literally transform your lessons in something unique, rewarding and memorable? Click here!

Do you have some good ideas to share in order to keep up the interest of the ballet students?

 

Write me below, your experience is precious!

 

We often hear talking about the importance of a good methodology in the teaching of dance (but ultimately anything one wants to teach). That is: ‘how to’ raise the standard of quality in the the students’ work by transmitting them the consciousness of the movement in addition to the knowledge of dance itself. But today I want to show you a few strategies that go beyond the ‘content’ of what we teach, and that can be easily and brilliantly applied to other areas…

 

45_Tips_know_how_perfect_teacher

 

Discover the Full Report HERE

 

 

However, their practicality is to be discovered, as it will make your classes dynamic, pleasant, bright and functional in the short and long term! Want to know what it is? Discover ‘How to become the Perfect Teacher’ in 45 steps!

 

45_Tips_know_how_perfect_teacher

 

TODAY THE WHOLE 85 STEPS REPORT IT’S AVAILABLE HERE!

 

PS. Your feedback is always welcome. If this information has helped you somehow, feel free to leave your own testimonial.

 

All the best!
10952312_10205039309376025_303763662_n (1)

 

 

(Article of Alessandra Bedin inspired to Put the Fun in Fundamentals by Julie Diana, taken from Dance Teacher Magazine. Did you like it? I would love to offer you a free Report that furtherly deepens this topic. Only a couple of the secrets described inside of it can give you a great benefit in the very next week. Download it now for free, while it’s still available, from this link)





Email marketing made easy.

The sooner you set up an email marketing campaign, the sooner you can start making connections with customers and growing your business. Discover how AWeber can help when you sign up for our behind-the-scenes email course.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *