Stretching Corretto? Ce lo Spiega Loredana Zanchi… Una di Noi – Stretching Done Correctly? Loredana (One of Us) Explains us How

 

1535468_1380426392215421_1328335505_n

 

Alessandra: Ciao Loredana, oggi vogliamo dare voce a chi come noi racconta la propria esperienza, vuole condividerla e spera così di lasciare un segno positivo. Com’è stato il tuo impatto con la danza?

Loredana: Ho iniziato danza classica all’eta di 6 anni in una scuola presso Livorno. Fino all’eta di 12 anni ho fatto solo danza classica, poi dopo ho iniziato anche con contemporanea e modern jazz. All’eta di 16 anni venne nella mia scuola una maestra russa alla quale mi affezionai subito tantissimo e che mi faceva lezioni private. Con lei ho effettivamente capito cosa è la danza classica, e da qui non mi sono più mossa: solo classica fino ai 25 anni , quando mi sono diplomata ed ho iniziato ad insegnarla.

 

Alessandra: Chi è stata a cambiarti la vita e a farti amare la danza classica?

Loredana: La maestra che ha cambiato totalmente il mio modo di danzare è stata Alija Sankova che mi aveva preso come una sorella, abitava anche a casa mia! Questo per 10 anni, dopo di che lei è ritornata in Russia ed io ho cominciato a insegnare danza prima come assistente, poi come maestra non effettiva e poi finalmente ho aperto una mia scuola. Adesso insegno danza classica, modern jazz e contemporanea.

Ti sarebbe piaciuto intraprendere la carriera di ballerina?

Purtruppo non ho mai avuto doti per fare la ballerina. Il mio sogno è sempre stato quello di insegnare e devo dire che ci sono riuscita, adesso ho circa settanta allieve. Sono diplomata al Balletto di Toscana e ho seguito gli stage dedicati agli insegnanti.

 

Alessandra: Quali sono i principali problemi che hai dovuto affrontare in questo settore?

Loredana: I problemi che ho incontrato nella danza sono molti. Il fisico prima di tutto, e poi grossi problemi con le anche, le aperture, gli en dehors… Risolti tutti abbastanza bene con il lavoro e molte ore di stretching.

 

Alessandra: Quali esercizi specifici facevi… spiegali.

Loredana: Eseguivo gli esercizi che mi faceva fare Alija, ma non quotidianamente, perché sosteneva che fosse controproducente. Li facevamo insieme una volta ogni 3 giorni. Erano esercizi fondati principalmente su respirazione e concentrazione. Dopo un anno avevo completamente tutte le aperture di cui necessitavo.

 

Alessandra: Cosa facevate esattamente per ottenere le aperture?

Loredana: Esercizi a coppie o delle spinte contro il muro, aperture una di fronte all’altra eccetera. Contava (1, 2, 3..) quello che secondo lei dovevano essere la durata e la respirazione giusta. Sono esercizi quasi indolori, diversamente da quanto si potrebbe pensare, ma utilissimi. Gli esercizi per l’apertura sono quelli classici, ma devi sapere quanto tempo starci e come respirare.

 

Alessandra: Quanto ci rimanevi e come respiravi? Descrivi precisamente.

Loredana: Stavamo in allungamento in tempi crescenti, ad esempio partivamo con un minuto. Poi aprivo un altro pochino e stavo 2 minuti, e così via. La respirazione era normale, solo quando spingevo, buttavo fuori l’aria. Non molti insegnanti in italia lavorano così tanto sulle aperture.

 

Alessandra: Hai mai messo le punte? Se sì, che esperienza puoi raccontare in merito?

Loredana: Certo, ho messo le punte a 13 anni e da allora le ho sempre usate. A me stavano bene e non mi hanno mai procurato dolore.

 

Alessandra: Parla del tuo percorso di fede, sarà interessante di sicuro.

Loredana: Certo, io sono sempre stata credente fin da piccola e questo mi ha aiutato tanto in tutto. Quello che ho avuto credo sia tutto merito di Dio.

Io parlo con Dio ogni sera ed ogni mattina, e credo che senza di lui non potrei vivere.

 

Alessandra: Parla di come vivi e senti la danza e di come vorresti che fosse in Italia.

Loredana: Io vorrei che fosse come me l’ha fatta vivere Alija in Russia, ossia come è veramente. La danza non deve diventare uno scopo di lucro per le maestre, ma una cultura per le bambine.

 

Alessandra: qualcosa sulla tua esperienza sull’insegnamento.

Quali sono i problemi che affronti di solito e come li superi?

Loredana: I problemi più grossi sono le relazioni con i genitori. Alcuni sono odiosi. Li supero dicendo loro che purtroppo non si arriva tutti ad essere delle étoile. I genitori vorrebbero le proprio figlie già étoile.

Alessandra: Dài dei consigli su chi vuole iniziare la danza, secondo la tua esperienza. Bambini e anche adulti.

Loredana: la danza in tutte le sue forme può essere praticata da tutti, indipendentemente se grandi o piccini. Quindi incoraggio tutti a provare a danzare. I consigli che dò io sono questi: danzare prima di tutto per divertirsi e non per diventare qualcuno fin dall’inizio. Poi strada facendo si vedrà, perché se prima di tutto non ci si diverte non si diventerà comunque nemmeno mai bravi abbastanza.

Alessandra: Chi si iscrive presso la tua scuola di danza cosa deve aspettarsi?

Loredana: Chi si iscrive da me deve aspettarsi una buona insegnante che ha fatto esperienza grazie a un’ottima insegnante, forse la maestra che mi è stata la più vicina e la più utile rispetto a tutti gli stage che ho seguito.

Alessandra: Descrivi la tua unicità. In cosa pensi di essere unica o speciale, e perché le persone dovrebbero rivolgersi a te e non ad altri?

Loredana: Le persone si devono rivolgere a me perché sono sincera con i loro figli e onesta nei prezzi.

Alessandra: Quali prospettive vedi davanti a te? Quali sogni hai?

Loredana: Sono già felice così, con tante allieve che mi amano… per una maestra questo è tutto. I sogni sono quelli che sto vivendo adesso: avere delle ragazze che mi vogliono bene e alle quali piaccio come maestra. Ma vorrei riuscire ad insegnare in Russia.

Sono entrata in contatto con una grande maestra come te e mi basta… Mi ha detto ieri sera Alija che hai dei video su youtube e ha detto che erano strepitosi… Confermo, sei davvero super!

Alessandra: Sei andata su youtube a vedermi?

Loredana: Sì, sei uno spettacolo, parlare con te è un sogno… Ecco puoi scriverlo questo. Sei gentile, competente e onesta, e molto, forse troppo umile, grazie mille veramente, per confonderti con una come me ai tuoi livelli.

Alessandra: Umanamente parlando non ci sono livelli… È un piacere!

LoredanaLo so, però si vede da quei video che tu hai qualcosa in più di tanti, a parte la tecnica.

Alessandra: Questo mi incoraggia molto e mi fa senz’altro piacere!

Loredana: Ma perché ti sei fermata a molte settimane fa e non li fai più spesso?

Alessandra: Quei video erano degli spunti per lo stretching ma per ora sto lavorando per creare 100 esercizi di pilates in 10 report fai-da-te e 24 esercizi per chi inizia con le punte.

Finora ho scritto non so quanti manuali, tradotti e venduti online sono stati circa un centinaio. Ma devo mandare avanti troppe cose insieme,

non ho solo una scuola di danza… che già di per sé è superimpegnativa!

Loredana: Wow sei impressionante, aveva ragione la mia maestra!

Hai anche un fisico bellissimo, si vede che lavori molto, aspetto nuovi video tuoi!

Alessandra: Non sono proprio nata con le proporzioni della ballerina di danza classica. Ho lavorato molto ma sono stata più usata in moderno, dove occorreva comunque una tecnica classica forte. Il fisico va mantenuto sempre, se è in forma può non essere perfetto ma farà sempre la sua figura. Si può migliorare e mantenere nel tempo con i dovuti accorgimenti.

Per ogni progetto online mi rifaccio ai corsi di Valerio Conti, da cui ho tratto ispirazione per ogni cosa che vedi nel mio blog, e che consiglio a chiunque abbia una buona competenza (nonché intelligenza e buona volontà) da condividere online.

Loredana: Sei strepitosa, ringrazio Dio per ogni minuto che mi regala con te. Te lo meriti, sei un angelo, grazie. Sei una persona straordinaria, non smetterò mai di ringraziare Dio per averci fatto incontrare!

Alessandra: Grazie a te!!! Parole come le tue mi riempiono di gioia e motivano a fare sempre meglio. Per ora faccio il possibile, quel che riesco con i mezzi che ho a disposizione (al momento non ho una scuola mia).

Grazie Loredana per aver condiviso la tua vita nella danza con noi. Che il futuro ti sorrida sempre e ti dia ogni soddisfazione che il tuo cuore desidera!

Potete contattare Loredana direttamente sul suo profilo facebook per maggiori informazioni s

 

http---signatures.mylivesignature.com-54493-58-879A46B65F3747EF5F4AAB02BC9ADC20

 

 

P.S. Clicca qui per scaricare un Minicorso dedicato alla Tecnica di Punte, in cui ti spiego come rinforzare i piedi molto prima di indossarle.

 

(Articolo di Alessandra Bedin. Ti è piaciuto? Mi piacerebbe offrirti un Report gratuito, che approfondisce ulteriormente questo argomento. Solo un paio di segreti descritti al suo interno possono darti grandi benefici già da questa settimana. Scaricalo ora, mentre è ancora disponibile, da questo link)

 

 

IN ENGLISH

15 - 1IYBHTE7T

Alessandra: Hello Loredana, today we want to give voice to those of us who have like you an experience to tell, who wants to share it and hopes to leave a positive impact in all our lives. How were your first steps in dance?

Loredana: I started ballet at the age of six at a school in Livorno. Until the age of 12 years I only did ballet, then later I started with contemporary and modern jazz. When I was 16 came a Russian teacher in my school whom I immediately became fond of, who gave me private lessons. With her I actually understood what ballet was, and since then I never moved from ballet: only classical dance up to 25 years, time when I graduated and started to teach it.

Alessandra: Who was the teacher who changed your life and made you love ballet? 

Loredana: The teacher who totally changed the way I danced was Alija Sankova that actualy took me as a sister: she also lived at my house! This for 10 years, after which she returned to Russia and I started teaching dance as an assistant first, then as a non effective teacher and then finally I opened my school. Now I teach ballet, modern jazz and contemporary.

Alessandra: Would you have liked to pursue a career as a dancer?

Loredana: Unfortunately I never had gifts to become a dancer. My dream has always been to teach and I must say that I succeeded, now I have about seventy students. I have graduated at the Balletto di Toscana and followed the workshops dedicated to the teachers.

Alessandra: What are the main problems that you faced in dance?

Loredana: The problems I encountered in dance are many. My body first, and then big problems with the hips, openings, en dehors… Fixed all pretty well with work and many hours of stretching, though.

Alessandra: What specific exercises did you do? Explain them…

Loredana: I performed the exercises that Alija made me do, but not every day, because she claimed that it was counterproductive. I was used to do them with her once every three days. These exercises were based mainly on breathing and concentration. After a year, I got completely all the openings that I needed.

Alessandra: Exactly, what did you do to get the openings?

Loredana: Exercises in pairs or pushed against the wall, openings facing each other and so on. She counted (1, 2, 3 ..) what she thought their duration should be, and the correct breathing. These exercises are almost painless, unlike what one might think, but very useful. The exercises for the openings are the well-known classic ones, but you have to know how long to stay there and how to breathe.

Alessandra: How long did you use to stay in a stretched position and how did you breath? describe precisely

Loredana: We were in elongation at increasing times, for example, we used to begin with a minute. Then I opened a little bit more and stayed there for 2 minutes, and so on.

Breathing was normal, only when I pushed, I threw off the air. Not many teachers in Italy are working this well and so much on the openings.

Alessandra: Have you ever used the pointe shoes? If yes, can you tell us about that experience?

Loredana: Of course, I started the pointe work at 13, and since then I have always used them. On me they looked good and I was never in pain.

Alessandra: Talk us about your personal journey of faith.

Loredana: Of course, I’ve always been a believer since childhood and this has helped me so much throughout. What I’ve had, I think it’s all thanks to God.

I talk to God every night and every morning, and I think I could not live without Him.

Alessandra: How do you live and feel the dance here, and what would you like it to be in Italy?

Loredana: I wish it was the way Alija showed it to me in Russia. True, authentical dance. The dance does not have to become a profit for the teachers, but a culture for little girls.

Alessandra: Tell us something about your experience on teaching.

What are the problems that you face and how do you usually solve them?

Loredana: The biggest problems are the relationships with the students’ parents. Some are odious. I overcome the issue by telling them that unfortunately not everyone gets to become an étoile. Parents want their daughters to become an étoile all of a sudden an with no conditions.

Alessandra: Give your advice to those who want to start dancing, according to your experience, to both children and adults.

Loredana: Dance in all its forms can be practiced by everyone,

no matter how old. So I encourage everyone to try to dance. The advice that I would give is: dance first of all for fun and not to become somebody from the very beginning. Then along the way one will see, first of all because if you are not having fun in dance, for sure you even won’t become good enough in technique.

Alessandra: What do those who enroll at your dance school have to expect?

Loredana: Those registering at my dance school should expect a good teacher who has learned from an excellent teacher, perhaps the only one who’s been the closest and the most useful than any workshops that I attended.

Alessandra: Describe your uniqueness. What you think you are unique or special for, and why people should come to you and not to other teachers?

Loredana: People should come to me because I am sincere and honest with their children, as for the prices as well.

Alessandra: What perspective do you see before yourself? What dreams do you have?

Loredana: I’m already happy with many students who love me… For a teacher this means everything. The dreams are the ones that I’m living now:

having girls who love me and who like me as a teacher and a woman.

But I would like to be able to teach in Russia one day.

I got in touch with a great teacher like you are and this is enough…

Last night Alija told me that you have videos on youtube and she said they were sensational… I confirm, you’re really super!

Alessandra: Did you go on youtube to see me?

Loredana: Yes, you’re incredible, talking to you is a dream… You can write this down. You are kind, competent, honest, and very humble, perhaps too much. Thank you very much indeed, for having talked with someone like me

being you at your levels.

Alessandra: Please… Humanly speaking, there are no levels… It is a pleasure for me!

Loredana: I know, but it is evident from those videos that you have something more than many other teachers, apart from the technique.

Alessandra: This encourages me a lot and I’m certainly pleased!

Loredana: But why did you stop to several weeks ago and have not made any more videos since then?

Alessandra: Those videos were some ideas for stretching but now I’m working to create 100 Pilates exercises in 10 reports and 24 exercises for beginners with tips.

So far I do not even know how many manuals I have written and translated I’ve sold online about a hundred of them. But I have to master too many things together, as I don’t have only a dance school… which in itself is already

wearisome!

Loredana: Wow you are definitely awesome, my teacher was right!

You also have a beautiful body, one can tell you have worked a lot, I am looking forward to your new videos then!

Alessandra: I’m not really born with the proportions of the classical dancer. I have worked a lot but finally I worked more in modern dance companies where a strong ballet technique was required. A body may not be perfect but if is regularly trained it will always look good. You can improve and maintain the shape with regular exercises.

For each project, I refer to the online courses by Valerio Conti, from which I drew inspiration for everything that you see in my blog, and that I recommend to anyone who has a good skill (plus intelligence and will) to share online.

Loredana: You are amazing, I thank God every minute that He gives me with you because you deserve it, you’re an angel, thanks!

You’re an amazing person, I will never stop thanking God for letting me know you.

Alessandra: Thanks to you!!! Words like yours, fill me with joy and motivate me to do better every day. For now I do what can, with the resources I have available (now I don’t have my dance school).

Instead, thank YOU for sharing your life with us in the dance. May the future be bright and give you every satisfaction that your heart desires!

You may contact Loredana directly on his facebook profile for more information on the courses she gives and her experience, or just to become her friend and have a chat with her. She is a person extremely available and very friendly!

10952312_10205039309376025_303763662_n (1)

(Article of Alessandra Bedin. Did you like it? I would love to offer you a free Report that furtherly deepens this topic. Only a couple of the secrets described inside of it can give you a great benefit in the very next week. Download it now for free, while it’s still available, from this link)




Powered by AWeber

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *