Uno Stretching Eccessivo fa Male?

 

18_07_2015 - 1

 

Molti insegnanti di danza, genitori di allievi e professionisti nell’ambito della salute sono alle prese con quello che vedono succedere nel mondo della danza, soprattutto online. Ogni giorno osserviamo degli stretching che sappiamo essere pericolosi, tuttavia gli studenti che li eseguono si esibiscono anche ad un alto livello e vincono competizioni. Gli insegnanti di danza che evitano ai loro allievi stretching eccessivi sembrano peccare per eccesso di cautela, e si sentono come se fossero rimasti indietro, dovendo subire la pressione da parte di studenti e genitori a “muoversi con i tempi”.

Ho taciuto questo particolare problema per un po’ di tempo, visto che ho sempre cercato di concentrarmi su altri aspetti positivi piuttosto che criticare l’operato altrui, ma è indubbio che alcune cose che si vedono recentemente online sembrano ridicole.

Ecco un articolo che spiega le ragioni per cui questa pratica richiede molta attenzione.

 

Quindi, lo stretching eccessivo (over-stretching) fa male?

Il semplice fatto che così tante persone si pongano questa domanda, dimostra che non siano convinte della sua bontà. Ma perché allora è negativo? E che cosa potremmo fare per raggiungere comunque una flessibilità di tutto rispetto senza rischiare danni inutilmente?

Giusto per chiarire, io non ho problemi con la flessibilità estrema quando raggiunta in modo sicuro, e combinata con il controllo appropriato del corpo. In realtà, gran parte del lavoro che si svolge con gli allievi dei corsi superiori dovrebbe concentrarsi proprio su questo: preparare ogni tipo di corpo lavorando con restrizioni specifiche per sviluppare la mobilità e un controllo ottimale. Quindi ci concentriamo sul raggiungimento di questi obiettivi in modo intelligente, al fine di evitare potenziali problemi, e gli studenti vengono educati a gestire il proprio corpo.

Il livello di prestazione in tutti gli stili di danza si è accelerato in maniera esponenziale negli ultimi anni, quindi la formazione a sostegno di questo è cambiata radicalmente. Sfortunatamente però abbiamo una conoscenza limitata degli effetti a lungo termine di queste tecniche, e molte persone sono giustamente interessate a ciò che accade oltre l’apparenza. Mentre altre discipline come la ginnastica ritmica o il contorsionismo si sono sempre fondate sull’over-stretching e sul training estremo, esiste ancora poca ricerca sugli effetti a lungo termine dell’over-stretching.

Se è vero che alcuni corpi sopportano bene questo tipo di training, c’è altresì un’enorme percentuale di abbandoni lungo la via. Per di più, molte persone che sostengono la pratica dell’over-stretching, non hanno idea dei problemi a lungo termine che possono causare.

Ogni giorno vedo persone che soffrono di vecchie lesioni subite da un eccessivo allungamento ed estensioni ripetute, nonché articolazioni troppo mobili e instabili a causa di una scorretta formazione iniziale. Purtroppo la riabilitazione, lenta e difficile, alla quale queste devono sottostare anche solo per tornare a vivere una vita normale e senza dolori non è divertente quanto vedersi sulle copertine delle riviste, nelle foto o video di spettacoli che puntano a una flessibilità estrema.

 

Che cos’è l'”Over Stretching”?

L’opinione generale vede l’over-stretching come l’atto di snodarsi portando le articolazioni oltre la loro propria possibilità fisiologica, stirando i legamenti che normalmente aiutano a sostenerle in modo che diventino più mobili. Può anche verificarsi quando l’individuo è costretto in una posizione che causa danni e traumi ai tessuti che precedentemente limitavano le sue possibilità.

Molti giovani allievi, soprattutto quelli che hanno già di per sé un’ipermobilità accertata, nel loro desiderio di realizzare obiettivi sempre maggiori sono stati portati ad eccessi che sovraccaricano una zona particolare. Purtroppo molti pensano che questa sia una buona idea, quando non sanno quale sia il prezzo da pagare.

 

13078_10152953065496473_2605301361693763665_n

Le domande che sento più spesso sono:

Quali sono i rischi di un eccessivo allungamento?

Sembra divertirsi! Se non gli/le fa male, non c’è problema vero?

Ci sono pericoli riguardo allo stretch eccessivo nei giovanissimi?

Come si fa a sapere se si sta esagerando con lo stretching?

Quali sono i rischi nelle diverse posizioni?

Vuole essere una ballerina professionista: non è quindi previsto l’over-stretching?

Qual è l’effetto a lungo termine sulle anche, la schiena e le ginocchia di questi allievi nel momento in cui dall’essere semplici appassionati di balletto entrano nella carriera professionale di danza, o diventano insegnanti, o cercano di vivere una vita sana da persone ‘normali’?

C’è un altro modo per raggiungere lo stesso livello di mobilità in modo sicuro?

Perché alcune persone riescono a farlo facilmente e altri no?

Ecco alcune brevi indicazioni qui di seguito.

 

1. Quali sono i rischi di un eccessivo allungamento?

Se la giuntura viene spinta oltre la sua naturale possibilità di movimento, vi è il rischio di danneggiare i tessuti circostanti (come i legamenti che circondano l’articolazione o, nel caso ad esempio della colonna vertebrale, i dischi che assorbono degli urti e conferiscono mobilità alla colonna vertebrale).

Nei giovani studenti le cui ossa non sono completamente sviluppate vi è anche un serio rischio di danneggiare la forma del femore, o di sviluppare fratture da stress spinale o spondilolistesi.

A lungo termine, le articolazioni che hanno subito questo tipo di stress comportano un rischio maggiore verso dei cambiamenti artritici a causa dell’usura sulla cartilagine.

 

2. Lei sembra divertirsi! Se non le fa male, non ci saranno problemi vero?

No.

La mia risposta a questa domanda è di solito …

“Lei aumenta di peso la prima volta che mangia una barretta di cioccolato? (No …) Le piace? (Sì …) Gliela lascerebbe mangiare 5 volte al giorno? (No!) Che cosa pensi accadrà se lei ottiene diverse migliaia di “Mi Piace” ogni volta che ne mangia una …? (Oh … beh… Wow! Ok …)

Esiste un effetto cumulativo dei danni subiti a causa di un eccessivo allungamento. Poiché i legamenti che sono progettati per supportare ogni giuntura diventano sempre più laschi, aumenta lo spostamento interno delle superfici articolari le une contro le altre. Questo contribuisce enormemente non solo al dolore nei muscoli che tentano di sostenere l’articolazione instabile, ma causano a lungo termine l’usura e la rottura della cartilagine all’interno dell’articolazione, con conseguente precoce degenerazione delle giunture.

 

3. E’ pericoloso iniziare l’over-stretching con giovanissimi allievi?

Sì. Esistono prove dei danni perpetrati ai giovani attraverso uno stretching aggressivo. Le ossa degli adolescenti (soprattutto nel bacino, nella colonna vertebrale e nei piedi) sono molto vulnerabili, e qualsiasi tipo di training sulla mobilità estrema nei giovani studenti dev’essere considerato molto attentamente.

 

4. Come si fa a sapere se ci si sta allungando troppo?

Durante tali esercizi di flessibilità, gli studenti non dovrebbero sperimentare dolore. Se fanno boccacce, piangono, o cercano di uscire dalla posizione, il corpo tornerà a rimettersi ‘normale’ ed è quindi probabile che questo livello di stretching non sia sicuro.

Qualsiasi “stretching” dovrebbe essere percepito come una tensione generalizzata nelle fibre profonde del muscolo che viene allungato.

 

Non si dovrebbero sentire:

 

Dolori nelle articolazioni

Esigenze come se l’articolazione avesse bisogno di ‘scrocchiare’

Una forte sensazione ben localizzata che qualcosa tiri internamente (spesso si tratta di un nervo)

Dolore in un’altra zona (ad esempio il polpaccio tira quando si sta cercando di allungare i femorali: ancora una volta, questo è di solito tensione fasciale o neurale)

Dolore sul lato opposto dell’articolazione (ad esempio, nella parte posteriore dell’anca durante la spaccata in seconda posizione), che non migliorerà insistendo con maggiore pressione.

Dolore da compressione (ad esempio, nella parte anteriore dell’anca quando tiri le ginocchia al petto)

Dolore il giorno successivo (No. Nemmeno il cosiddetto “dolore positivo”)

 

Dovremmo anche porre molta attenzione alla tempistica del nostro lavoro sulla flessibilità, incluso il fatto che gli stretching non dovrebbero essere eseguiti prima della lezione, tenendo i muscoli fermi in posizioni statiche per più di 30 secondi: in tal caso questi ultimi non funzioneranno a pieno regime almeno per la mezz’ora successiva. Gli studenti si sentiranno spesso disarticolati e meno controllati, il che li espone altresì al rischio di lesioni.

 

Alessandra

 

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi, scarica gratuitamente un valido aiuto per aumentare la rotazione in modo corretto e sicuro attraverso questo link.

Qui invece troverai i miei personali appunti sullo stretching mirato, profondo, efficace e soprattutto sicuro, perché controllato e graduale!

2 thoughts on “Uno Stretching Eccessivo fa Male?

  1. Ciao, sono una ragazza di 20 che ha iniziato da poco a “sciogliersi” con lo stretching. Sono tutta abbastanza snodata, tranne per quanto riguarda le anche, probabilmente a causa di una postura sbagliata derivante dai piedi piatti. Non riesco ad allargare molto le gambe (anche se sto migliorando). Il problema è che a volte sento dolore all’articolazione delle anche nelle posizioni più semplici. Vorrei riuscire a sciogliermi di più (non pretendo di fare chi sa cosa), ma ho paura che ormai sia difficile cambiare. Volevo chiedere… gradualmente e piano piano è possibile che io riesca ad allungare i legamenti intorno a quell’articolazione che per 20 anni è stata in una posizione sbagliata?

    1. Ciao! La prima cosa che mi viene in mente è farti fare un massaggio per sbloccarti. Cerca un bravo professionista che possa anche consigliarti in merito. Dopodiché ti proporrei degli stretch graduali che possano migliorare l’apertura delle anche, nella newsletter li ricevi man mano ogni settimana.
      Il link per segnarti è questo

      http://www.webdanceacademy.com/iniziadaqui/

      Hai provato anche a sciogliere i piedi massaggiandoli sopra una pallina da tennis prima di fare lezione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *