webdance

  • Come Genero Discepoli con la Battaglia Spirituale in Danza Senza Ostacoli Emotivi (e Come Puoi Fare Altrettanto anche Tu) 💪

    REGISTRAZIONI APERTE ADESSO:

    ‘SEI SETTIMANE DI BATTAGLIA SPIRITUALE PER DANZ […]

  • Sei un adoratore che ama la danza?

    In che modo pensi di riuscire a integrare la danza nella tua comunità, condurre l’adorazione e fare discepoli attraverso di essa, se non hai prima ben chiare le […]

  • Ebbene sì, sono riuscita a iscrivere con grande soddisfazione i miei due figli di 6 e 9 anni a danza classica, finalmente! Con loro ci sono altri bambini maschi, ma non sono la maggioranza. I ragazzi non […]

  • Attenzione! A tutti i danzatori, maestri di danza, direttori di scuole di danza e teatri, che usano il web per comunicare con i loro contatti
     

    Tutti vogliono sapere come costruire nel tempo relazioni […]

  •  

    Se risiedi nel Veneto, questo post è per te.

    Altrimenti, puoi sempre spargere la voce, perché l’Evento è destinato a diffondersi ovunque.

    Che tu ci creda o no, ho scoperto personalmente che un sem […]

  • RAD = Royal Academy of Dance, dove sembra essersi diplomata l’insegnante di tua figlia, stando a quanto scrivi. Teoricamente, è un programma didattico ben fatto, ma in pratica è piuttosto leggero e spesso carente di rinforzi adeguati, che richiedono comunque un insegnante competente e delle integrazioni soprattutto dal punto di vista atletico d…[Read more]

  • E’ sicuro che in Russia la danza sia un’arte con esigenze e criteri specifici e non per tutti, ma se consideriamo la realtà italiana dove la danza si è estesa anche in ambito più amatoriale, dovremmo tenere conto dei ‘talenti misti’ che non rispondono a quei citeri e che richiedono comunque di poter seguire un iter corretto e sicuro. Su…[Read more]

  • Cara Stefania,

    innanzitutto non disperare, Beatrice è giovanissima e può recuperare.
    Forse conoscerai il report scaricabile a questo link
    http://www.webdanceacademy/landing/

    ma alla sua età sono altre le cose che servono. Se la sua danza non è costantemente eseguita con un consapevole allineamento anca-ginocchio-caviglia, a quell’età rischia di fars…[Read more]

  •  

     

     

    Sembra che ci siano diversi punti di vista riguardo la musica nell’ambito della danza. (Il mio è che c’è troppa concorrenza tra i due o, per lo meno, ‘molto rumore’ tra i professionisti di ent […]

  •  

     

    Poiché la vita di un’artista nella danza e quella di una mamma sembrano non conciliarsi troppo, con questo articolo vorrei sottolineare l’importanza e l’attenzione che necessita il fatto di ‘essere […]

  • Riprendo le parole dello specialista: ‘stare in punta e fare danza sicuramente aiutano’.

    Io direi: ‘fare danza’ in modo professionale con le giuste sensazioni aiuta, così come aiutano la ginnastica posturale, la sbarra a terra,il pilates eccetera. Stare in punta non vedo dove aiuterebbe, è una tecnica che si può svolgere solo se si è forti abb…[Read more]

  • A mio avviso dovrebbe ammorbidire bene i piedi prima di fare lezione e anche dedicando ogni giorno a fare questa breve serie di esercizi utilissima:

    https://youtu.be/FXWq5576GFA?list=PLl2HCyMLitZQB4usSuARKIUMQLaW2O1tu

    La banda elastica potrebbe aiutarla tantissimo – usata in tensione mentre accompagna il piede steso fino al metatarso – nel…[Read more]

  •  

     

    Ciò che trovo dannoso nelle abitudini normali dei ballerini è il fatto che essi amino ‘sprofondare’ in allungamenti prima della lezione, utilizzando stretch statici invece di quelli dinamici. Il prob […]

  • Prima delle vacanze sento spesso i giovani ballerini fare buoni propositi come questo: “Ho intenzione di fare così tanto stretching durante le vacanze da diventare davvero flessibile per l’inizio […]

  • È un piacere fare qualcosa di utile, potendo. Sono proprio curiosa di sapere gli sviluppi, tenetemi aggiornata! Nel frattempo, buone feste e un ottimo inizio per l’anno nuovo a voi tutti!

  • Carissima,

    il mio pensiero non va tanto ai 15 minuti a settimana per pochi esercizi a due mani alla sbarra, ma ad altri aspetti, ad esempio… Che necessita c’è di far fare 3-4 lezioni a settimana a bambine di 10 anni? Un paio di volte va benone se si lavora seriamente, e per le punte non solo non c’è fretta, ma ci sono tante belle cose da f…[Read more]

  •  

    Qualcuno vuole condividere alcune delle prove di forza che utilizzano o hanno sviluppato personalmente per stabilire se una ragazzina di età adeguata (11/12 anni) sia quasi pronta per il lavoro delle p […]

    • Carissima,

      il mio pensiero non va tanto ai 15 minuti a settimana per pochi esercizi a due mani alla sbarra, ma ad altri aspetti, ad esempio… Che necessita c’è di far fare 3-4 lezioni a settimana a bambine di 10 anni? Un paio di volte va benone se si lavora seriamente, e per le punte non solo non c’è fretta, ma ci sono tante belle cose da fare con ragazzine di quell’età, magari proprio in vista delle punte, e giustamente evitando di metterle in punta a tutti i costi.
      Bisognerebbe considerare l’intera situazione: sicuramente la sua insegnante avrà passione, competenza e molto entusiasmo, e spero abbia calcolato le questioni fisiche di Beatrice. Un elemento così fa gola e induce in tentazione – per così dire – ma proprio chi potrebbe avere un futuro nella danza dovrebbe avere più pazienza e non ‘buttarsi’ in tecniche pericolose per l’età. Ora Beatrice non può comprendere appieno tutte le motivazioni dietro la prudenza, e chiaramente non vede l’ora di mettersi in punta.

      Le ‘prime punte’ io le ho messe forse un paio di volte a 9 anni, ma poi ho ricominciato solo a 11 anni suonati, e non facevo mai danza più di tre volte a settimana. Dai dodici anni si può aumentare sia il monte ore che lo sforzo, nonché aggiungere altre tecniche senza problemi.

      Io andrei dallo specialista che ha seguito Beatrice a farmi consigliare, ed eventualmente guidare verso una soluzione che protegga Beatrice, prima di ogni altra cosa.

    • È un piacere fare qualcosa di utile, potendo. Sono proprio curiosa di sapere gli sviluppi, tenetemi aggiornata! Nel frattempo, buone feste e un ottimo inizio per l’anno nuovo a voi tutti!

    • Riprendo le parole dello specialista: ‘stare in punta e fare danza sicuramente aiutano’.

      Io direi: ‘fare danza’ in modo professionale con le giuste sensazioni aiuta, così come aiutano la ginnastica posturale, la sbarra a terra,il pilates eccetera. Stare in punta non vedo dove aiuterebbe, è una tecnica che si può svolgere solo se si è forti abbastanza, e no di certo così da piccoli, se non vogliamo rischiare danni. Per le punte non c’è mai fretta, e in alcuni casi fisici sono addirittura sconsigliate.

      Per togliere i plantari ok, sono d’accordo che vadano rimossi. L’iperlassità di Beatrice potrebbe rimanerle sempre, sarà un sua caratteristica bella ma che necessiterà sempre di rinforzo sul corsetto muscolare e in generale nei muscoli e nella postura.

      Il pollice e unghie i primi tempi non sono un dramma (prova impacchi con l’ittiolo, la crema al benzene), anche se verificherei la forma della scarpetta rispetto al piede perché Beatrice potrebbe subire a lungo termine l’alluce valgo se la mascherina è troppo corta o la punta troppo stretta.

      30 minuti di punte senza appoggio (al centro) a questa età non ha senso, va prima sviluppata la muscolatura del corsetto muscolare, per questo lei non ha equilibrio, è ancora troppo giovane.

      L’insegnante le farà fare un’altra coreografia senza punte, magari da solista… di sicuro la creatività non le manca, e non è un problema insormontabile, sarà solo ‘rinviata’ di un anno o due, a seconda della sua stabilità e preparazione muscolare. A volte, per poter rientrare nei termini di una performance o di un esame, si esagera con le possibilità fisiche effettive di chi danza. A dodici anni andrà benone, dovrebbe avere forza sufficiente e non perderà tempo se nel frattempo anziché correre sulle punte lavora su quello che serve (dorsali, addominali, rinforzo caviglie, postura…).

      Dell’insegnante non mi preoccuperei, si tratta di tua figlia, vediamo se testando la sua pazienza lei rimane sempre così appassionata, e se è disposta a sacrificare il ‘tutto e subito’ per impostare un lavoro serio e sicuro!

    • Cara Stefania,

      innanzitutto non disperare, Beatrice è giovanissima e può recuperare.
      Forse conoscerai il report scaricabile a questo link
      http://www.webdanceacademy/landing/

      ma alla sua età sono altre le cose che servono. Se la sua danza non è costantemente eseguita con un consapevole allineamento anca-ginocchio-caviglia, a quell’età rischia di farsi male: lo chiamo lo ‘sgambettamento’, dove le ragazzine danzano e imparano la tecnica in modo inconsapevole. Beatrice dovrebbe innanzitutto rinforzare il corsetto muscolare e correggere la postura, partendo da un corretto appoggio dei piedi con i mignoli costantemente a terra. Se riesce a comprendere la qualità del movimento necessaria per evitare rischi alla sua giovane età, può tranquillamente riprendere le punte fra due anni, all’incirca verso la pubertà, dove è meno rischioso aumentare lo sforzo in generale (tenuta, resistenza, spinta, forza muscolare e rotazione). Soprattutto se è carente di rotazione, è meglio che non salga sulle punte, perché le punte prevedono una tenuta del busto non indifferente e la rotazione che proviene da una corretta postura. Non si sale sulle punte giusto per salirci, perché poi le conseguenze arrivano! Al contrario, dovrebbe sforzarsi di accompagnare costantemente l’apprendimento della tecnica di danza ad una necessaria consapevolezza posturale. Io l’ho capito a vent’anni, quando già ballavo, e ho visto il mio corpo trasformarsi radicalmente, ma a quell’età non ci sono grossi rischi, la muscolatura ormai è formata. Non possiamo pretendere da una ragazzina di dieci anni tutto questo, e anche le punte… a quell’età hanno bisogno più che altro di imparare le basi divertendosi e soprattutto senza farsi male, per cui sconsiglio qualsiasi abuso… Meglio lavorare sul mimo, sulla musicalità, sulla coordinazione, sulla creatività, e lasciar perdere tecnicismi e virtuosismi non soltanto non adatti alla sua età, ma nemmeno apprezzabili a questo punto… A volte mi chiedo perché mettere le punte a tutti i costi quando c’è un mondo da scoprire già senza! Quale livello stava seguendo Beatrice secondo la RAD?

    • RAD = Royal Academy of Dance, dove sembra essersi diplomata l’insegnante di tua figlia, stando a quanto scrivi. Teoricamente, è un programma didattico ben fatto, ma in pratica è piuttosto leggero e spesso carente di rinforzi adeguati, che richiedono comunque un insegnante competente e delle integrazioni soprattutto dal punto di vista atletico della danza (parlavamo di consapevolezza). Adesso vai a vedere il saggio e non intervenire fino a cose concluse, poi riscrivimi!

  •  

     

    Molti insegnanti di danza, genitori di allievi e professionisti nell’ambito della salute sono alle prese con quello che vedono succedere nel mondo della danza, soprattutto online. Ogni giorno o […]

  •  

     

     

     

    Durante i mesi estivi sono stata in America a insegnare danza, e subito dopo sono andata a lavorare come coreografa per una compagnia d’animazione. Ho abbinato a questo già duro lavoro […]

  • Load More